SymfonyCon Warsaw 2013

Faccio un piccolo recap di quello che è successo a Varsavia,
naturalmente parlo dal mio punto di vista, dato che ognuno avrebbe vissuto questa esperienza in maniera diversa.

Ha aperto il Keynote Fabien, ma io dormivo, diciamo che ho perso tutti i talk di apertura,
come sempre il buon FabPot dall’accento fortemente francese ha descritto la comunità e ubot.io successivamente richiamato FabBot, aiuterà la comunità aggiungendo commenti alle Pull Request sottolineando Typo e Coding Standard Fixes, ci sono stati molti tweet di conforto a Pborelli dato che questo bot gli toglierà il lavoro (essendo il maestro dei typo fixes). Inoltre ha introdotto il talk di Julien Pauli che ha contribuito al php core quindi parliamo di low-level language C, lavora per sensiolab e sta migrando alcune parti di Pimple in C con notevoli successi a suo dire.

Passando ai migliori talk (per me)

1) Symfony2 Content Management in 40 minutes

ha fatto un approccio a symfony-cmf parlando di codice senza slide,
non ha suscitato molti consensi pero’ l’ho apprezzato molto, solo codice, partendo dal bisogno per arrivare alla realizzazione, bravo david.

2) Community Building with Mentoring: What makes people crazy happy to work on an open source project?

Anche se io sono un amante dei talk tecnici, questo talk è stato un po’ la rivelazione del symfonycon.
Mi è piaciuta la presentazione, ha mostrato come la community di Drupal pur essendo persa nel procedurale spinto, pur non usando github, riesca a motivare dando comunque attenzioni e amore ai nuovi arrivati, con un coinvolgimento tipico degli ameRRicani.
Molto attuale questo talk dato che fabpot si è lamentato della comunità troppo attenta ai typo che allo sviluppo, insomma @yesCT ha mostrato un lato di Drupal qualitativo è proprio qui la rivelazione :).

3) Build Awesome REST APIs With Symfony2  – William Durand, Lukas Kahwe Smith

Beh che dire Lukas è Lukas ne sa, spara saggezza da ogni punto e sopratutto in ogni lingua. Da vedere.

4) Mastering the Security component’s authentication mechanism.

Bellissimo l’approccio tecnico ha descritto come creare da 0 il componente di auth, anche lui spiegando le motivazioni delle classi, il tono era un po’ lento.

Il talk più bello (per gli altri) insomma quello che ha invece suscitato piu consensi è stato quello di Kris Wallsmit “How Kris Writes Symfony Apps” una carrellata di best practices, lui è molto simpatico quando parla.

Al presidente sarebbe piaciuto molto il talk di un altro americano che ha vinto anche il premio per il miglior contributor alla sf-doc: http://www.slideshare.net/weaverryan/cool-like-frontend-developer-grunt-requirejs-bower-and-other-tools-29177248
ha parlato di come integrare tool frontend in Sf.

La seconda sera Daniel, Stefano ed io, siamo entrati nel mondo Drupal8, la vera notizia è che ne siamo usciti vivi, addirittura con una Pull Request, cioè loro non hanno Pull Request, hanno patch allegate ad un forum, e non usano composer shippano i vendor dentro al zip, il nostro lavoro è visibile qui https://drupal.org/user/2770983/track.
Ora state pensando “ah si è vero è fatto in symfony2″. Sbagliato non usa tutto lo stack ma solo componenti, già perchè usa lo stack di drupal7, quindi la mela non cadrà lontano dall’albero se mai riscirà a toccare terra, o se la terra cadrà sulla mela.

Però durante la PR ho personalmente apprezzato sia che abbiamo avuto un mentore ma sopratutto la gentilezza anche di guru di drupal, tutti sono stati molto disponibili su IRC (notare la differenza con sf2 dove la filosofia è farti sentire che non sei nessuno),
pero’ hanno un forte limite tecnico, ancora utilizzano il forum, allegare le patch a mano, c’è molta etichetta e standard da seguire nei testi dei commenti del forum, insomma riuscire a sopravvivere nel codice di Drupal8 e al forum non è facile.

Un evento notevole e social è stato l‘hack-day organizzato da cordoval, tutti ad aiutare e a fare PullRequest nell’ecosistema, io personalmente sono stato coinvolto in una discussione con W.Durand, L.Smith e F.Potencier. dato che avevo aperto una ennesima PR su come versionare le API tramite gli Header su FOSRestBundle, ma questa andava a toccare il RouterMatcher di Sf2 naturalmente cercavo di non apparire stupido la mia tecnica era quella di fare la poker face di uno che la sa lunga e che ti giudica dall’alto in basso :D, nel frattempo il buon @dlondero e @stefanosala facevano in pair una bella Pull Request sui form.

hack

#Sossssosdifazioni
Il nostro amato Jordi ha parlato di Hekka e StatsD e ha suggerito di usare il mio bundle,
inoltre mi hanno dato l’opportunità di parlare di leaphly il progetto  shopping cart soa.

Ha concluso @jmikola con un mini talk divertentissimo che ha preso in giro un po’ tutta la comunità.

Per ultimo i Symfony awards hanno visto premiare tutti i volti noti e core contributor,
il massimo del minimo quando l’imprenditore, proprietario, lead developer, e conduttore ha premiato se stesso come miglior contributor con il suo accento francese.

Meritatamente nessun italiano sul podio, ragazzi dobbiamo impegnarci, fare PR chiedere, rompere le scatole e stare di piu su IRC#symfony io non vedo mai nessuno di voi, dove siete!!

Vorrei ringraziare @cordoval che mi ha ospitato l’ultima sera in un ostello, e Stefano e Daniel che sono stati compagni di questa bella avventura.
Due parole su varsavia: Nebbia Nebbia.

Ci vediamo al prossimo SymfonyCon a Madrid :)

Un blog molto più descrittivo di questo post:

altre foto sopratutto dell’hackday
https://secure.flickr.com/photos/drymek

hotel

Le novità di Symfony 2.4

Come da roadmap, questo mese uscirà una nuova versione maggiore Symfony2, la 2.4, che sarà un rilascio standard (quindi con supporto di 8 mesi). Una prima grande novità era stata già annunciata da Fabien (vedi articolo). Vedremo qui sotto un piccolo riepilogo, con link ai relativi approfondimenti tratti dal blog ufficiale. Nel frattempo, sono usciti aggiornamenti (quindi versioni minori) sia della 2.2, che ricordiamo sta per andare fuori supporto, che della 2.3, che invece sarà supportato fino a metà 2016 (essendo una LTS).
Ma ecco il riepilogo:

Fabien annuncia una importante novità per Symfony 2.4

Fabien Potencier Oggi, al Symfony Live di Londra, Fabien Potencier ha annunciato nel keynote di chiusura una nuova importante feature per la prossima release di Symfony: un nuovo componente, chiamato Expression Language, che consentirà una maggiore libertò nel determinare alcune condizioni: regole di validazione, tempi di scadenza della cache, permessi di sicurezza, regole di routing, ma non solo: anche la configurazione del DIC potrà beneficiarne, consentendo quindi la determinazione di parametri dinamici.

SymfonyDay 2013

Dopo il successo dello scorso anno a Torino, torna anche nel 2013 il Symfony Day, l’evento di riferimento nazionale. Il testimone passa stavolta al PUG Roma, che ha organizzato una location di tutto rispetto e centralissima, direttamente dentro la Stazione Termini.
Chi volesse partecipare come relatore si affretti, il call for paper sta per chiudere, c’è tempo ancora fino al 2 settembre prossimo.
Per i biglietti dovrebbe esserci un po’ di tempo in più, ma meglio non rimandare troppo, molti sono stati già venduti.
La data dell’evento è il 18 ottobre 2013: segnatela sulle vostre agende!

Symfony 2.3 LTS

Ieri sul blog ufficiale è stato annunciato il rilascio della prima versione a supporto prolungato (in gergo, LTS) di Symfony2. Questa versione dunque sarà supportata per ben tre anni, fino al 2016, e costituirà quindi una prima pietra miliare su cui basare i propri progetti a lungo termine.
Per tutti i dettagli su changelog e update rimandiamo al post del blog già linkato, qui ricordiamo che aggiornare dalla 2.2 viene indicato come “indolore” (“painless”), come d’altronde era stato anche per l’aggiornamento precedente, segnando quindi un arco di continuità dalla versione 2.1, che è stato il primo vero rilascio dirompente.

Just another Symfony weblog

phpDay - 16.17 Maggio 2014 a Verona