È uscito Propel 1.5

L’atteso rilascio della nuova versione di Propel è ufficiale proprio oggi. La novità maggiore è nella nuova API di oggetti Query, che si rifanno in parte a quelli di Doctrine, ma usando un’interfaccia fluida invece di un linguaggio pseudo-SQL. Ci sono inoltre nuovi behavior e l’ereditarietà concreta per le tabelle. Il tutto è stato mantenuto retrocompatibile con la versione 1.4. Già da ora è possibile usare Propel 1.5 in un progetto symfony, grazie a sfPropel15Plugin.
Ecco la lista completa delle novità.

Form refactoring al phpDay

Se volete impare l’uso dei form di Symfony, al di fuori del framework, sappiate che, durante il phpDay, Manuel Baldassarri porterà un talk intitolato Form Refactoring. Durante l’intervento sarà portato avanti un caso pratico per trasformare un form “legacy” in uno gestibile interamente con questo component (ancora non divenuto tale ufficialmente) di Symfony.

Ecco la descrizione dell’intervento:

Quanti form sono stati scritti per ogni sito web? Quanti sono stati “riscritti” ogni volta quando potevano essere riutilizzati? (login, registration, contact, search…). Se avete dei validatori di form con “switch” o una cascata di “if”, se OOP per voi è la marca di un detersivo, se avete codice legacy da portare nel XXI secolo, questo è il talk che fa per voi. Refactoring di form con sfForm (senza e con symfony).

La documentazione di symfony migra a git

La documentazione ufficiale di symfony (versioni 1.3 e 1.4) è stata migrata dallo storico repository subversion a un nuovo repository distribuito basato su git. Questo vuol dire che sarà molto più semplice contribuire alla documentazione, non essendo più necessario richiedere le credenziali di accesso: basterà fare un fork del progetto, inserire i propri contributi e infine proporre un pull nel master.